Guida alle Pietre Preziose

Guida Alle Pietre Preziose

“Il Diamante evoca immagini di fascino, d’eleganza, di stile. I diamanti brillano, luccicano, risplendono e rappresentano la forza e la purezza”.

Guida Alle Pietre Preziose

“Il Diamante evoca immagini di fascino, d’eleganza, di stile. I diamanti brillano, luccicano, risplendono e rappresentano la forza e la purezza”.

Gemme e Colore

Probabilmente saprai che le pietre preziose hanno colori diversi, associandone ognuno ad un particolare tipo di gemma. In realtà non è così, ogni tipo di gemma può presentarsi di diverse tonalità di colore. Lo zaffiro, ad esempio, non è solamente blu! Esiste anche nella varietà gialla, rosa, arancio, verde e così via… I prezzi delle gemme sono influenzati da fattori quali: Rarità, Durevolezza e Popolarità. Spesso le gemme meno note sono sorprendentemente belle e convenienti.

Gemme e Valore

Per ogni varietà di gemma, il colore è l’elemento più importante per la valutazione del valore ed è valutato in maniera simile per ogni pietra. La tinta non è il solo elemento importante nelle pietre di colore, ma lo sono anche la tonalità e la saturazione. Altri elementi estremamente ricercati sono la luminosità, i colori più vivaci e la tonalità media. Per Esempio, il verde più pregiato è il verde “erba”, come un prato dopo la pioggia. In genere, il verde pallido o troppo scuro rappresenta una tonalità meno preziosa. Naturalmente, la preferenza del colore può essere anche personale. Solo perché un colore non è il più ricercato non significa che potrebbe non essere il più bello per te.

Gemme e Luce

La maggior parte delle gemme possono essere apprezzate diversamente a seconda del tipo di sorgente luminosa a cui sono esposte. Gli Zaffiri blu, per esempio, migliorano la loro bellezza se osservati sotto una lampada a luce bianca, mentre i Rubini esprimono meglio il loro fascino se guardati sotto una lampada ad incandescenza. Bisognerebbe sempre considerare di valutare una pietra in base alle differenti esposizioni luminose. I suddetti “fenomeni” sono dovuti ad una particolare rifrazione e/o riflessione della luce che ogni gemma possiede in virtù delle proprie caratteristiche fisiche. L’Alessandrite per esempio, cambia colore in base al tipo di sorgente luminosa che l’attraversa. Zaffiri e Crisoberilli mostrano fenomeni come asterismo (effetto stella) e gatteggiamento (striscia luminosa rettilinea che si sposta muovendo la gemma o la fonte luminosa), quando una sorgente luminosa li illumina. Altri, come l’opale, mostrano giochi di colore, e altri ancora come la Pietra di Luna mostrano adularescenza (bagliore bianco bluastro).

Gemme e Purezza

Un altro importante elemento per giudicare il valore di una pietra di colore è la purezza: cioè quelle piccole caratteristiche interne conosciute come “Inclusioni”. Le gemme, prima di essere tagliate, nascono sotto forma di cristalli, grazie alla sollecitazione di temperatura e pressione sugli elementi che le compongono. E’ per questo che molte gemme hanno alcune inclusioni. Esse sono, in un certo senso, segni particolari, elementi distintivi. Generalmente, le gemme più rare, e quindi le più preziose sono quelle con piccole inclusioni o inclusioni non visibili ad occhio nudo. Ma tenete presente che le inclusioni sono responsabili di molti fenomeni ottici che abbiamo osservato precedentemente. Quindi, per gemme come Crisoberillo occhio di gatto e Zaffiri stellati, le inclusioni in realtà sono un valore aggiunto. Tuttavia, molte gemme, tra cui lo Smeraldo e la Tormalina rossa, hanno quasi sempre inclusioni visibili,quindi una loro presenza toglie meno valore. Assicurati che le inclusioni non si trovino in un angolo o su un bordo, esse potrebbero fratturare la pietra. Sulla destra le due immagini si riferiscono ad uno smeraldo e ad un rubino con inclusioni visibili.

Rarità e Peso in Carati

La scala di purezza del diamante è composta da undici gradi che coprono le gamme da Flawless (puro) a I3. Poichè i diamanti si formano grazie a temperature e a pressioni straordinarie, è estremamente raro trovare un diamante che non presenti caratteristiche interne o di superficie. Esse sono una conseguenza del processo di formazione e, oltre a costituire un’impronta identificativa per ogni singola pietra, sono anche un prezioso aiuto nella separazione dei diamanti naturali da quelli sintetici e dalle imitazioni.

Inclusioni

Anche se potresti pensare che le inclusioni sono imperfezioni che sottraggono bellezza alla pietra, alcune pietre sono più gradevoli e preziose proprio perché presentano delle inclusioni. Il paesaggio interno creato dalle inclusioni può anche rivelare al gemmologo come la gemma si è formata e anche dare degli indizi utili per stabilirne l’originalità. In questo caso potrai trovare alcune gemme con inclusioni interessanti per collezionisti e gemmologi: Un Granato Demantoide con una inclusione a coda di cavallo è la conferma che si tratta di un raro granato verde. Uno Smeraldo con una inclusione trifase è caratteristico di uno smeraldo proveniente da miniere colombiane. Un’ambra che contiene un insetto è la dimostrazione della provenienza da un passato non recente.

Taglio e Bellezza

Le gemme sono un capolavoro della natura, ma è la capacità dell’artigiano tagliatore che sprigiona loro brillantezza e bellezza. Ogni gemma riflette luce differentemente a causa delle proprietà ottiche uniche della sua struttura cristallina. Quando parliamo del taglio, ci riferiamo a due aspetti differenti: -La forma tridimensionale che assume il cristallo (taglio rotondo a brillante, ovale, cabochon ecc.) -La qualità del taglio, in altre parole, quanto bene la gemma riflette brillantezza e bellezza. Per giudicare un taglio, guarda come la gemma fa tornare la luce verso i nostri occhi. I migliori tagli sono simmetrici ed il ritorno di luce è su tutta la superficie della gemma, senza aree scure o slavate. Sulla destra la prima immagine rappresenta un rubino con evidente finestra centrale dovuta ad una sproporzione degli angoli, l’immagine in basso un rubino con ottime proporzioni di taglio.