CODICE SCONTO DEL 10%: BENVENUTO10 E SPEDIZIONE GRATUITA PER ORDINI SUPERIORI A 60€

Guida alla Manutenzione dell’orologio

Manutenzione dell’Orologio

“Il Diamante evoca immagini di fascino, d’eleganza, di stile. I diamanti brillano, luccicano, risplendono e rappresentano la forza e la purezza”.

Manutenzione dell’Orologio

“Il Diamante evoca immagini di fascino, d’eleganza, di stile. I diamanti brillano, luccicano, risplendono e rappresentano la forza e la purezza”.

Guida alla Manutenzione dell’orologio

L’orologio è uno strumento di precisione estremamente sofisticato in grado di funzionare costantemente nelle differenti condizioni, come differente è il polso di chi lo indossa.

Perchè l’orologio ha bisogno di manutenzione?

L’orologio meccanico è composto, a seconda delle sue complicazioni (funzioni) da 100-200 parti quali: ruote, leve, ponti, viti, molle, ecc. che agiscono sotto sforzo, e funzionano costantemente. Queste vengono lubrificate per ridurne l’attrito. La viscosità dell’olio fà si che queste parti meccaniche scivolino bene e nel contempo le preserva anche dalla ruggine. Pur usando dei lubrificanti di altissima qualità, questi si alterano col tempo fino a che l’effetto frenante dell’impasto oleoso supera la forza motrice della molla e di conseguenza l’orologio si ferma. Generalmente è opportuno fare la revisione circa ogni 3 – 5 anni anche se l’orologio funziona ancora benissimo. Allora si parla di manutenzione, altrimenti diventa una riparazione. Ecco perché l’orologio dovrebbe essere revisionato per tempo da un’orologiaio esperto e ben attrezzato.

Che cosa si intende per Revisione?

L’orologio viene smontato pezzo per pezzo, controllata ruota per ruota e le sue sedi, asportate le incrostazioni di olio secco, poi lavato con liquidi chimici ed infine rimontato oliando ed ingrassando le parti sottoposte ad attrito; passando poi alla taratura del meccanismo. Operazione finale: rimettere il quadrante, le lancette, vetro e corona. Altri interventi necessari per il buon funzionamento sono il controllo dei pulsanti dei cronografi, le guarnizioni ed il controllo dell’impermeabilità se l’orologio è impermeabile. Con una revisione si controllano anche le parti maggiormente sollecitate e sottoposte ad usura, e se necessario si sostituiscono la corona per caricare l’orologio o spostare le lancette, il vetro o le anse che tengono il cinturino.

Che cosa si intende per Revisione?

1) Si comincia con una verifica esterna per scoprire eventuali segni che siano testimonianza di possibili danni dovuti da urti o uso improprio, dopodiché si apre l’orologio e si estrae il movimento.
2) Si procede quindi allo smontaggio delle lancette, del quadrante ed eventuali dischi stampati del giorno e data.
3) Viene smontata di tutte le sue componenti, anche la cassa ed il bracciale.
4) Il movimento viene smontato completamente e sottoposto al primo ciclo di lavaggio completo con una lavatrice e liquidi di lavaggio e risciacquo specifici.
5) Al termine del lavaggio, con il movimento pulito, tutti i pezzi vengono controllati per verificare la presenza di eventuali segni di usura, che comportano se necessario rettifica riparazione o sostituzione. tutti i rubini vengono puliti a secco con legno di bosso per togliere eventuali incrostazioni e residui, in caso di danni particolari si procede con gli interventi descritti nella specifica pagina.
6) Al termine di tutti i controlli ed eventuali riparazioni, tutti i pezzi vengono sottoposti al secondo ciclo di lavaggio completo, dopodichè le piastre e tutti gli elementi del movimento vengono trattati con un prodotto specifico per evitare la dispersione o migrazione dei lubrificanti, fenomeno questo, che lascia a secco i punti di attrito dove si mette l’olio.
7) Adesso i pezzi sono pronti per essere assemblati, ed è durante questa fase che che vengono messi tutti i lubrificanti necessari a correggere i punti di attrito. In un movimento meccanico vengono utilizzati non meno di tre tipi diversi di olio e tre tipi di grasso.
8)A movimento assemblato, si esegue la regolazione della marcia nelle varie posizioni. Questa operazione viene eseguita con l’ausilio di un cronocomparatore. Questo strumento fornisce molteplici informazioni contemporaneamente tra le quali : l’errore di marcia in secondi al giorno, l’errore di battuta in millesimi di secondo, il numero di alternanze ora, l’ampiezza di rotazione del bilanciere in gradi. Tutte queste informazioni sono numeriche, lo strumento traccia anche un grafico di marcia per un riscontro visivo del funzionamento.
9) Completato il movimento si procede con il rinnovo della cassa ed il bracciale, i quali vengono lavati lucidati e satinati dove necessario e quindi nuovamente lavati con l’ausilio di una vasca ad ultrasuoni. Il tutto per riportare l’orologio a nuovo splendore.
10) A questo punto non rimane che montare in cassa il movimento, sostituire le guarnizioni, chiudere l’orologio e sottoporlo ai test di impermeabilità.
Se il suo orologio viene portato con riguardo, in base alle sue caratteristiche e qualità, e curato da un esperto professionista , sarà sempre orgoglioso di possedere una macchina così affascinante. Carichi regolarmente l’orologio, meglio la mattina, se invece possiede un “automatico” o “quarzo” questo impegno é superfluo.

Revisione Orologio al Quarzo

Nell’orologio al quarzo, pur mancando la forza della molla e essendo molto meno soggetto a usura come l’orologio meccanico, il ruotismo va lubrificato ugualmente. La lubrificazione si altera col tempo: La densitá dell’olio aumenta e il motorino gradualmente ha uno sforzo maggiore. Se in questo stato si aggiunge anche lo sforzo per mandare avanti la data, il motorino non ce la fà più. L’orologio incomincia a ritardare, o si ferma addirittura, cosiché bisogna intervenire, facendo fare una revisione generale.

Uso dell’orologio in acqua

Ogni orologio riporta delle indicazioni relative alla sua capacità di affrontare l’umidità ed il contatto con l’acqua. Queste indicazioni possono consistere in una generica dizione “water resistant”, per lo più completata con una indicazione quantitativa espressa in metri (mt. 30, 50, 100, ecc.) o in atmosfere (atm. ovvero bar 3, 5, 10, ecc.). In realtà, però, queste profondità (e la relativa pressione) corrispondono ai limiti di tenuta dell’orologio in condizioni di prova statica (prova di laboratorio). Quando è in movimento, cioè in tutte le condizioni normali di utilizzo, la pressione a cui l’orologio è sottoposto può essere anche notevolmente superiore a quella generata dalla semplice profondità di immersione. Una semplice doccia, a seconda della forza del getto d’acqua, può sottoporre l’orologio ad una pressione superiore a quella di una immersione superficiale. Cosa può essere fatto con il Vostro orologio “water resistant”: Fino a 30 mt – 3 bar: pioggia, umidità ambientale, sudore corporeo; 50 mt. – 5 bar: doccia, bagno, nuoto tranquillo (non competitivo); 100 mt. – 10 bar: immersioni a basse profondità (non oltre i 20 mt.); 200/300 mt. – 20/30 bar: immersioni in acque profonde.
ATTENZIONE: In nessun caso si deve indossare l’orologio durante l’esecuzione di tuffi in acqua, poiché l’impatto produce una pressione molto superiore ai limiti di tenuta dell’orologio e rappresenta comunque un trauma da evitare.

Uso dell’orologio in acqua

Ogni orologio riporta delle indicazioni relative alla sua capacità di affrontare l’umidità ed il contatto con l’acqua. Queste indicazioni possono consistere in una generica dizione “water resistant”, per lo più completata con una indicazione quantitativa espressa in metri (mt. 30, 50, 100, ecc.) o in atmosfere (atm. ovvero bar 3, 5, 10, ecc.). In realtà, però, queste profondità (e la relativa pressione) corrispondono ai limiti di tenuta dell’orologio in condizioni di prova statica (prova di laboratorio). Quando è in movimento, cioè in tutte le condizioni normali di utilizzo, la pressione a cui l’orologio è sottoposto può essere anche notevolmente superiore a quella generata dalla semplice profondità di immersione. Una semplice doccia, a seconda della forza del getto d’acqua, può sottoporre l’orologio ad una pressione superiore a quella di una immersione superficiale. Cosa può essere fatto con il Vostro orologio “water resistant”: Fino a 30 mt – 3 bar: pioggia, umidità ambientale, sudore corporeo; 50 mt. – 5 bar: doccia, bagno, nuoto tranquillo (non competitivo); 100 mt. – 10 bar: immersioni a basse profondità (non oltre i 20 mt.); 200/300 mt. – 20/30 bar: immersioni in acque profonde.
ATTENZIONE: In nessun caso si deve indossare l’orologio durante l’esecuzione di tuffi in acqua, poiché l’impatto produce una pressione molto superiore ai limiti di tenuta dell’orologio e rappresenta comunque un trauma da evitare.

Ulteriori Avvertenze

La cassa dell’orologio è composta da diversi elementi assemblati con massima precisione. Con il variare della temperatura i materiali si dilatano con coefficienti diversi, causando all’orologio, se non impermeabile, infiltrazioni di acqua. Il livello di impermeabilità della cassa può permettere una riduzione di questo rischio fino alla sua eliminazione totale. Va poi tenuto presente che a causa di agenti esterni come il sudore, i cosmetici, l’acqua clorata o salata, i raggi ultravioletti, gli eventuali urti subiti o la semplice sostituzione della pila (che richiede l’apertura della cassa), nonché del passare del tempo, l’impermeabilità dell’orologio può venir meno e deve pertanto essere verificata dal nostro laboratorio. Per mantenere il livello di impermeabilità dell’orologio raccomandiamo di tenere in attenta considerazione le seguenti precauzioni:
– Se si utilizza l’orologio in ambito acquatico anche in maniera saltuaria, raccomandiamo di farlo verificare ogni anno, in modo da accertare lo stato delle varie guarnizioni che lo rendono impermeabile.
– Quando l’orologio è bagnato o si trova sott’acqua non si devono mai utilizzare i pulsanti della cronografia e bisogna assicurarsi, prima di immergersi, che la corona sia ben avvitata o in caso di corona impermeabile premuta contro la cassa.
– È necessario evitare di sottoporre l’orologio a brusche variazioni di temperatura (shock termici) che potrebbero causare fenomeni di condensa denunciati dall’opacizzazione del vetro o incidere in misura sensibile sulla precisione dell’orologio. In tali casi è opportuno sottoporre l’orologio ad una nostra verifica.
– Qualora l’orologio dovesse subire una infiltrazione di acqua salata e non fosse possibile recarsi senza indugio da un tecnico di provata capacità, evitare ogni tentativo di asciugarlo ma piuttosto immergerlo in acqua dolce e portarlo quanto prima dal nostro laboratorio mantenendolo immerso, ad esempio in un bicchiere.
– Tenere sotto controllo lo stato del vetro: se presenta incrinature, anche leggere, deve essere immediatamente sostituito.

Curiosità sull’orologio

Spacca l’orologio

Si è soliti dire, il mio orologio spacca il secondo; è una definizione molto vaga. Per alcuni basta una precisione nell’ordine di qualche minuto alla settimana, per altri 10 sec. e per altri 2 sec/mese. E’ evidente che migliore è la qualità dell’orologio e più sarà facile per l’orologiaio ottenere risultati ottimali. L’orologio è soggetto a continui cambiamenti di posizione, accelerazioni e decelerazioni, urti cambiamenti della forza motrice (molla) e di temperatura, campi magnetici e di vibrazioni.

Altre Curiosità

Il bilanciere fa 691.200 oscillazioni al giorno che equivalgono a 225 milioni e 288.000 oscillazioni all’anno. Questa rotazione é paragonabile con le ruote di una macchina che compie 500.000 km in un’ anno. L’asse del bilanciere gira ad una velocità pari all’asse delle ruote di un locomotore che viaggia a 140 km/h . Se si facesse ruotare in continuità il bilanciere invece di farlo oscillare, esso percorrerebbe una distanza di ben 4.000 km all’anno. All’estremità dell’asse vi sono due perni dello spessore da 7 a 10 centesimi di millimetro (lo spessore di un capello) che ruotano in una sede (boccola) di rubino sintetico. L’orologio, che si considera la più piccola macchina esistente, dispone di una forza motrice (la molla) pari a 100/millionesimi di cavalli.(0,000.000.01 PS). L’orologio, a seconda dell’attività della persona che lo porta, viene sottoposto giornalmente a continui urti e scosse che variano da 7.000 a 41.000. Per costruire un orologio sono necessari almeno 1.500 procedimenti lavorativi. Alcune viti sono così piccole che in un ditale ce ne starebbero 50.000 pezzi. Un orologio meccanico che anticipa 1 sec. al giorno ha uno scarto di marcia di appena 0,0011%.

Curiosità sull’orologio

Spacca l’orologio

Si è soliti dire, il mio orologio spacca il secondo; è una definizione molto vaga. Per alcuni basta una precisione nell’ordine di qualche minuto alla settimana, per altri 10 sec. e per altri 2 sec/mese. E’ evidente che migliore è la qualità dell’orologio e più sarà facile per l’orologiaio ottenere risultati ottimali. L’orologio è soggetto a continui cambiamenti di posizione, accelerazioni e decelerazioni, urti cambiamenti della forza motrice (molla) e di temperatura, campi magnetici e di vibrazioni.

Altre Curiosità

Il bilanciere fa 691.200 oscillazioni al giorno che equivalgono a 225 milioni e 288.000 oscillazioni all’anno. Questa rotazione é paragonabile con le ruote di una macchina che compie 500.000 km in un’ anno. L’asse del bilanciere gira ad una velocità pari all’asse delle ruote di un locomotore che viaggia a 140 km/h . Se si facesse ruotare in continuità il bilanciere invece di farlo oscillare, esso percorrerebbe una distanza di ben 4.000 km all’anno. All’estremità dell’asse vi sono due perni dello spessore da 7 a 10 centesimi di millimetro (lo spessore di un capello) che ruotano in una sede (boccola) di rubino sintetico. L’orologio, che si considera la più piccola macchina esistente, dispone di una forza motrice (la molla) pari a 100/millionesimi di cavalli.(0,000.000.01 PS). L’orologio, a seconda dell’attività della persona che lo porta, viene sottoposto giornalmente a continui urti e scosse che variano da 7.000 a 41.000. Per costruire un orologio sono necessari almeno 1.500 procedimenti lavorativi. Alcune viti sono così piccole che in un ditale ce ne starebbero 50.000 pezzi. Un orologio meccanico che anticipa 1 sec. al giorno ha uno scarto di marcia di appena 0,0011%.

Accedi

Carrello (0)

Cart is empty Non ci sono articoli nel carrello.



Lingua